RESTAURI - chiesabatu

Vai ai contenuti

Menu principale:

CHIESA DEI BATU'
RESTAURI  E ACQUISIZIONI
                    
Nel 1969 un'intuizione del musicista torinese Lodovico Lessona di creare una sala concerti nella Chiesa dei Batù, spronò il Circolo Ricreativo Culturale ad occuparsi dell'edificio abbandonato dal 1942. Si stipulò quindi  una convenzione con la Curia Arcivescovile, proprietaria dell’immobile, con l’impegno di provvedere al restauro, conservare e custodire la Chiesa.  
   
Per poter ospitare degnamente il primo concerto organizzato nel giugno 1970, con la partecipazione di validissimi musicisti quali Salvatore Accardo, Luciano Moffa, Umberto Egaddi e Lodovico Lessona, i  Volontari del C.R.C. dovettero eseguire rapidamente i primi lavori di ripasso della copertura in coppi, l’installazione dell’impianto elettrico  ed una radicale pulizia.
In seguito vennero realizzati innumerevoli  e onerosi lavori di restauro resisi possibili grazie al contributo della Regione Piemonte, del Comune di Giaveno , di Banche locali, di amici simpatizza ti dell’associazione, di
professionisti di Giaveno e molti anonimi benefattori. Fondamentale è stata l’attività dei volontari del C.R.C.
   
Qui di seguito elenchiamo i lavori e le acquisizioni più importanti realizzate fino ad oggi aggiungendo qualche nota esplicativa.
1975-    Restauro dell'organo Concone del 1781 eseguito dalla Ditta Piccinelli di Bergamo.  Donazione di Mimì e Guido Teppati
1983-    Rifacimento del cupolino in rame del campanile; lavoro eseguito interamente dai volontari del C.R.C.
1992-    Restauro del portone tardo cinquecento, grazie alla donazione Uberti-Bona
1994-95-97-  Rifacimento copertura in coppi e posa nuova grondaia, restauro affreschi della facciata e della volta danneggiati da infiltrazioni, risanamento muri perimetrali interni. (a cura  C.R.C)
1998-    Restauro della pala d'altare “Crocifisso con le anime purganti” attribuito a Claudio Beaumont 1694-1766.  Donazione dei soci C.R.C. e della famiglia Usseglio in memoria di Mauro Usseglio presidente del C.R.C.  scomparso nel 1997.       
1998-99-Rifacimento a norma di legge dell'impianto elettrico con  l'installazione di corpi illuminanti innovativi sia nella Chiesa che nel coro, eseguito dalla Ditta Toelco di Caprie.  (a cura C.R.C.)
1999-    Restauro della pala d'altare “Pietà con i santi Crispino e Crispiniano” di  Bartolomeo Perretti (Milano 1657-Busca 1697). Donazione Rotary Club Valsangone.
2001-     Restauro dello stendardo processionale della Confraternita (Gonfalone), rara opera pittorica costituita da una tela dipinta sulle due facce attribuita a Pietro Alessandro Trono (Cuneo 1697-Napoli 1781).
Le pitture rappresentano su un lato la Circoncisione e sull'altro lato S. Lorenzo e S. Antero patroni di Giaveno. Ora il dipinto è posizionato nel coro della Confraternita sul retro dell'altar maggiore in un apposito telaio rotante che permette  di visionare le due facciate. (a cura C.R.C.)
2001-02-Ristrutturazione del Coro comprendente il restauro completo degli scanni lignei e del mobile barocco (dono del Cardinal Maurizio di Savoia), risanamento muri con l'adozione innovativa delle calci storiche, posa nuovo pavimento ligneo in castagno ad opera della Ditta Bosso di Frossasco. (a cura C.R.C. con la compartecipazione della Regione Piemonte)
2002-   Restauro pala dell'altar maggiore raffigurante la Circoncisione attribuita a Giovanni Antonio  Pasero dipinta nel 1635. (a cura C.R.C.)
2004-05- Restauro di vari oggetti sacri: insegna processionale, statue lignee dorate (n°4) e la Pietà lignea attribuita a Giacomo Plura inizio 1700. (a cura C.R.C.)
2005-   Lavori consolidamento pavimento in pietra di Barge nel corso dei quali sono stati rinvenuti un’area del pavimento in cotto e un plinto, a testimonianza di una precedente costruzione quattrocentesca, ora visibile sotto lastra di vetro. (a cura C.R.C.)
2010-    Acquisizione di un nuovo pianoforte Yamaha C3M. Donazione Angelo Chiola
2012-    Restauro affreschi lato sinistro della facciata. (a cura C.R.C.)
2014-    Lavori manutenzione tetto e installazione linea vita. Donazione Angelo Chiola.
                 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu